Crema viso idratante lavanda e cipresso blu

Questa crema viso idratante alla lavanda e cipresso blu è adatta per pelli miste perché è il giusto compromesso tra una buona idratazione e una consistenza non untuosa, l’emulsione risulta molto leggera e facilmente spalmabile.IMG_0022

L’olio di nocciola, la propoli, l’olio essenziale di lavanda e l’aloe vera hanno un’azione purificante, mentre pantenolo, calendula e cipresso blu sono principi attivi molto lenitivi e utili in caso di pelle arrossata e reattiva.

Utilizzo questa crema ormai da un po’ di mesi e devo dire che mi sono trovata benissimo, sia nei periodi più freddi, in cui ho la pelle un po’ più arrossata e delicata, che in quelli più caldi in cui eviterei volentieri di spalmarmi creme troppo ricche!

 

Ingredienti per 100 g di prodotto

Fase A:

Acqua 74,9 g

Glicerina 4 g

Gomma xantana: 0,3 g

Fase B:

Olio di jojoba 1 g

Coco caprylate 1g

Olio di argan 1,5 g

Olio di nocciola 1,5 g

Olio di sesamo 1,5 g

Tocoferil acetato 1 g

Burro di karité 0,5 g

Unguento di propoli (cera d’api e oleolito di propoli) 0,5 g

Olivem 1000 5 g

Fase C:

Olio di ribes nero 1,5 g

Gel di aloe vera 3 g

Pantenolo 0,5 g

Estratto liquido di calendula 0,5 g

Proteine della seta  idrolizzate  0,2 g

Miele 0,5 g

OE lavanda 0,3 g

OE cipresso blu 0,2 g

Cosgard 0,6 g

Acido lattico a pH 5,5

Procedimento

Preparare la fase A: pesare la glicerina e disperdervi la gomma xantana; attendere qualche minuto, mescolare ed aggiungere l’acqua. Si formerà un gel.

Preparare la fase B: unire tutti gli ingredienti tranne il burro di karité.

Far scaldare a bagnomaria fase A e fase B separatamente finché non avranno raggiunto i 75°C (la fase A può essere scaldata anche a microonde). A quel punto aggiungere alla fase B anche il burro di karité, mescolare velocemente e togliere dal fuoco.

Versare a filo la fase B nella fase A mescolando con un frullatore a immersione finché l’emulsione non risulta bianca. Per i successivi 3 minuti, mescolare utilizzando una spatola di silicone e ogni tanto dare una frullatina (dopo ogni utilizzo il frullatore deve essere pulito il più possibile con la spatola e si deve raccogliere tutto il materiale sulle pareti del contenitore).

Mettere il recipiente in un bagno freddo e continuare a mescolare per altri 3 minuti. Lasciar raffreddare.

Nel frattempo preparare la fase C: essendoci una discreta quantità di gel di aloe possiamo anche mettere tutti gli ingredienti in un unico recipiente (tipo un becherino o un bicchierino), aggiungendo per ultimi gli oli essenziali; mescolando si otterrà una sorta di “cremina”.

Versare la fase C nell’emulsione e dare un’ultima frullata per amalgamare.

Misurare il pH e se necessario portare a 5,5 con acido lattico.

 

3 pensieri su “Crema viso idratante lavanda e cipresso blu”

  1. All’idea di provare una nuova crema idratante sulla mia pelle reattiva, mista e con problemi, diffusi su tutto il viso, sono sempre molto titubante! Ma questa cremina viso è davvero lenitiva in caso di pelle arrossata e screpolata e si assorbe velocemente!
    Il profumo di lavanda è intenso, ma assolutamente non fastidioso, anzi! 🙂
    Forse per chi ha la pelle molto grassa potrebbe risultare fin troppo nutriente, sopratutto nei mesi estivi, ma se non avete di questi problemi, consiglierei assolutamente di provarla! 😉 🙂
    Magari anche come base per un trucco in polvere minerale, che tende a seccare un po’ la pelle! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *