Shampoo riequilibrante delicato “Equilibrio Zen” al limone, rosmarino e zenzero

Settembre è arrivato quasi senza che me ne accorgessi. Come per molti, anche per me settembre è sempre stato l’inizio di un nuovo anno, non quello solare ma quello mentale. Dopo l’estate calda che ti invoglia a oziare e a non pensare al futuro, settembre arriva con la sua arietta fresca e ti ridà la forza di progettare, riprendere le vecchie abitudini e crearne di nuove, è l’occasione per stilare la lista dei buoni propositi: andare in palestra con continuità, mangiare bene, leggere dei bei libri… per questo nuovo “anno” anche scrivere di più sul blog! Inauguro quindi la nuova stagione con una ricetta bella bella (me lo dico da sola!) e soprattutto molto efficace: uno shampoo delicato e riequilibrante che prende spunto dalla sinergia rosmarino + zenzero + limone già utilizzata per la maschera Equilibrio Zen e che io adoro  nei prodotti per la cura dei capelli.

Per quanto riguarda gli attivi purificanti ho scelto la niacinammide, o vitamina PP: utile nel trattamento delle malattie cutanee infiammatorie, regola produzione di sebo e aumenta la sintesi di cheratina. Anche gli oli essenziali di agrumi, in questo caso limone e arancio dolce, svolgono un’azione purificante e rendono i capelli più lucidi. Per idratare i capelli ho scelto l’inulina, l’aloe vera e le proteine del riso. Per migliorare la circolazione e renderli più forti ho aggiunto il pantenolo, l‘olio essenziale di rosmarino e quello di zenzero. L’olio di argan e di camelia completano il trattamento, dando un leggero nutrimento al capello senza però appesantirlo (per un nutrimento più profondo è bene affidarsi e maschere e balsami, lo shampoo deve essenzialmente lavare!).

La SAL (Sostanza Attiva Lavante, di cui parlerò più approfonditamente in un’altra occasione) è di circa 14, per ottimizzare l’effetto detergente mantenendo comunque una buona delicatezza grazie al mix di tensioattivi ben tollerati.

Ingredienti per 100 g di prodotto

Fase A

Acqua 53,3 g

Glicerina 1 g

Xantana 0,5 g

Inulina 1,5 g

Proteine del riso 2 g

Pantenolo 2 g

Gel di aloe vera 5 g

Niacinammide 2 g

Cosgard 0,6 g

Fase B

Lauryl glucoside 6 g

Decyl glucoside 3 g

Doceur de coco 3 g

SLSA 7 g

(Babassuamydopropyl)betaina 5 g

Olio di camelia 1 g

Olio di argan 1 g

OE limone 0,5 g

OE arancio dolce 0,4 g

OE rosmarino 0,2 g

OE zenzero 0,2 g

Procedimento: il procedimento è abbastanza semplice ma bisogna avere alcune accortezze. Per prima cosa prepara la fase A: pesa metà dell’acqua e scaldala leggermente (anche nel microonde), poi stempera bene l’inulina con l’acqua calda, così non si formeranno grumi. Disperdi la gomma xantana nella glicerina, mescola bene e aggiungi l’acqua con l’inulina e l’acqua restante a temperatura ambiente. A questo punto frulla il gel ottenuto, aggiungi gli altri ingredienti della fase A e frulla di nuovo. E’ importante che la fase A sia omogenea, perché una volta aggiunti i tensioattivi non si può più frullare, altrimenti si formano le bolle!

Prepara la fase B: innanzitutto controlla che il lauryl glucoside non sia troppo viscoso (con il freddo tende ad addensarsi), se è troppo denso mettilo un po’ a scaldare a bagno maria. In un recipiente capiente mescola il lauryl glucoside, il decyl glucoside e il doceur de coco. Aggiungi l’SLSA* e per ultima la betaina. Mescola con un cucchiaio o una spatola e aggiungi gli oli vegetali e gli oli essenziali.

Unisci la due fasi: versa la fase A nella fase B avendo cura di mescolarle bene ma delicatamente. Controlla il pH e aggiustalo a circa 5  con acido lattico (con queste dosi dovrebbe essere già giusto).

Come si utilizza: non essendo uno shampoo aggressivo non si rischia di innescare una reazione “contraria” di maggior produzione di sebo, quindi è adatto a tutti i tipi di capelli. Si utilizza come un normale shampoo, distribuendo una piccola quantità e massaggiando delicatamente il cuoio capelluto per un paio di minuti, dopodiché si risciacqua. Se avete capelli tendenti al crespo e che necessitano di un nutrimento profondo, dopo lo shampoo potete applicare il balsamo come di consueto. Se invece avete la cute che tende a ingrassare e eventualmente problemi di forfora, consiglio un trattamento riequilibrante completo: applicare prima la maschera Equilibrio Zen, lasciarla in posa 20-30 minuti e poi lavare i capelli con questo shampoo, senza bisogno di applicare dopo il balsamo. In questo modo avrete capelli idratati, forti e lucidi senza però ungerli eccessivamente.

*L’SLSA (sodium lauryl sulfoacetate) è un tensioattivo anionico principale in polvere; è raccomandabile utilizzare una mascherina durante questa fase in modo da non respirarlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *